Risanamento delle scuole al Burio

Il risanamento delle scuole al Burio infiamma il dibattito politico di Gordola da troppo tempo. Le prime discussioni sono iniziate già nel 2007. Dal suo ingresso in Municipio nel 2012, il sindaco Damiano Vignuta, ha assunto la pratica del risanamento del Centro Scolastico al Burio portandola avanti con coerenza per nove lunghi anni e cercando di costruire consenso attorno al progetto.

La posizione del PLR è da sempre stata quella di ristrutturare l’esistente palazzo scolastico al Burio con convinte argomentazioni e motivazioni che si possono rilevare dai molteplici articoli apparsi sui quotidiani e dai diversi comunicati stampa che si sono susseguiti nel corso degli anni.

Le forze politiche che si oppongono a tale visione si schierano per l’edificazione di un nuovo complesso scolastico. Dopo l’accettazione da parte del Consiglio Comunale del 26 ottobre 2020 dei Messaggi Municipali per l’aggiornamento del progetto e il risanamento della palestra, è stato indetto un referendum con l’obbiettivo di bloccare ogni azione concernente la ristrutturazione e proporre una nuova edificazione.

La popolazione è chiamata a votare a tale proposito il 7 marzo 2021.

Il PLR raccomanda di votare due volte SI ai crediti che il referendum vuole invalidare.

>> LEGGI IL VOLANTINO

Interpellanza – Misure di sostegno a seguito della pandemia Covid-19

Lodevole Municipio,
Egregio Signor Sindaco,
Egregi Signori Municipali,

Gordola 20 gennaio 2021

con la presente, avvalendoci delle facoltà concesse dalla Legge (art. 66 cpv 2 e 3 LOC) e dal Regolamento comunale ci permettiamo interpellare il Municipio circa quanto segue.

La seconda ondata della pandemia da COVID-19 ha toccato anche il Ticino. Premesso che la situazione sanitaria ha la massima priorità, le misure decise dalle autorità cantonali e federali per contenere i contagi e le ospedalizzazioni hanno influito sensibilmente sulla vita quotidiana della cittadinanza ed in particolare di chi ha un’attività economica il cui esercizio ha dovuto chiudere temporaneamente oppure limitare sensibilmente la propria apertura.

Continua a leggere

Interrogazione – Spazi comuni per i nostri studenti e apprendisti

Lodevole Municipio,
Egregio Signor Sindaco,
Egregi Signori Municipali,

con la presente, avvalendoci delle facoltà concesse delle facoltà concesse dalla Legge (art. 65 LOC) e dal Regolamento comunale mi permetto di presentare la seguente interrogazione.

La necessità dei giovani che stanno seguendo uno studio oppure una formazione, di avere spazi in cui lavorare autonomamente si è manifestata particolarmente con la pandemia e con la reazione delle università e scuole di introdurre dei corsi online.

Pur variando tra indirizzo di studio, si può ritenere ad esempio che il carico di lavoro di uno studente universitario è diviso in una metà che si svolge in classe e una metà in autonomia. Per questa seconda parte, gli studenti spesso decidono di lavorare a casa oppure a scuola utilizzando spazi comuni come la biblioteca. Con l’introduzione dei corsi online questa proporzione si è ulteriormente spostata in favore del lavoro autonomo. Per diversi motivi, spesso gli studenti non trovano a casa le condizioni adatte per studiare in tranquillità. Per gli studenti che studiano in Ticino, ciò significa prendere il treno ed andare alla propria università o scuola.

Continua a leggere

Spazio aereo, una scelta responsabile

Il 27 settembre prossimo il Popolo svizzero voterà per l’acquisto di nuovi aerei da combattimento. Un progetto di tale importanza politica e finanziaria attira inevitabilmente delle critiche. La domanda è: tali dubbi sono giustificati?

L’attuale crisi dovuta dalla pandemia da Coronavirus dimostra quanto velocemente tutto possa cambiare. Chi avrebbe pensato all’inizio dell’anno che avremmo dovuto stare a casa per settimane, che all’improvviso sarebbero stati necessari miliardi di aiuti economici o che per la prima volta dalla seconda guerra mondiale migliaia di militari sarebbero stati mobilitati? Chi lo sa quali saranno le sfide che la Svizzera dovrà affrontare nei prossimi anni e decenni? Continua a leggere

Cardiowalk a Gordola: finalmente una realtà

Finalmente! È con questa esclamazione e molta soddisfazione che negli scorsi giorni ho assistito alla posa dei pannelli informativi presenti sul nuovo percorso Cardiowalk nel territorio di Gordola.

Questo progetto, promosso dalla Fondazione CardioCentro Ticino, prevede degli itinerari divisi in quattro tappe studiati appositamente per impegnare i frequentatori in un esercizio fisico continuo di almeno quaranta minuti con un’apposita segnaletica che indica come affrontare il percorso affinché la passeggiata risulti benefica e offra informazioni utili a “misurare” soggettivamente il proprio grado di affaticamento. Il percorso si snoda sulla lunghezza di 3.8 chilometri partendo dal centro di formazione SSIC, per poi attraversare parte delle campagne di Gordola e costeggiare la pittoresca riva del fiume Verzasca. Continua a leggere

Dibattito elettorale Comunali 2020: le mie risposte

Sono trasparente: questi sono i miei interessi professionali/privati…

Non ho interessi particolari che possano influenzare la mia indipendenza nelle scelte politiche, tutte le mia attività sono descritte sul mio sito web personale.

Per la campagna elettorale spendo…

Circa CHF 600.00 tra cartoline, lettere e sito web.

Va salvato l’aeroporto di Agno?

Sì, a condizione che vi sia poi una visione chiara e una collaborazione tra pubblico e privato con partner dell’economia privata che possano fare importanti investimenti.

Aggregazioni: chi i prossimi? O serve fare marcia indietro?

Serve lavorare più in profondità sul territorio, anche se questo allunga i tempi, per trovare delle soluzioni condivise che portino all’aggregazione senza che essa sia percepita dalla popolazione come un’imposizione.

Continua a leggere

Elezioni Comunali 2020

Quale giovane, cresciuto a Gordola e praticamente da sempre interessato alla politica, penso sia importante potersi mettere in gioco concretamente e dare qualcosa alla comunità che mi ha visto diventare grande. In politica come nella vita ogni giorno si impara qualcosa di nuovo: per me la ricetta giusta è saper combinare la voglia di imparare con l’entusiasmo e la volontà di risolvere i problemi che la gente sente propri con un occhio di riguardo alle sfide globali.
Dal 2012 sono in Consiglio comunale, del quale ho fatto il presidente nel 2015. Inoltre nel 2019 sono stato candidato al Gran Consiglio, sempre nelle file del PLR. Pure nel 2019 ho avuto il piacere di fungere da coordinatore cantonale in Ticino della campagna per il NO al recepimento delle direttiva UE sulle armi. Continua a leggere

Clima, ceto medio ed incentivi

Negli ultimi mesi il tema dominante, sia nell’attualità politica sia nei media, è stato il clima, o meglio i cambiamenti climatici. L’aumentata sensibilità ai temi ambientali ed energetici è però qualcosa che deve andare al di là delle campagne elettorali e delle manifestazioni nelle piazze: ben venga una certa esposizione mediatica che possa spronare la politica ad agire. Resto pur sempre convinto che un approccio liberale sia necessario anche per questa sfida: credo che, ad esempio, l’attuale revisione totale della legge sul CO2 contenga degli aspetti che vanno troppo in là. Sono contrario a delle tasse sui biglietti aerei e sull’aviazione privata che, con un beneficio ancora tutto da dimostrare, sono un intervento dello Stato contro la libertà individuale. Continua a leggere

A Gordola il PLR ha obiettivi di crescita

Un’assemblea ben frequentata ha ratificato le liste del PLR Gordola per il Municipio e il Consiglio Comunale. A presiederla il già vicesindaco Fernando Mozzetti, che ha ribadito il momento particolarmente importante per il partito che è chiamato a lavorare per riconfermare le posizioni nell’Esecutivo, con la rielezione del Sindaco Damiano Vignuta e del Municipale Lorenzo Manfredi. Continua a leggere

Interpellanza – Littering a Gordola

Gordola - Via Centro Sportivo

Egregio Signor Sindaco,
Egregi Signori Municipali,

avvalendoci delle facoltà concesse dalla LOC e dal ROC, presentiamo la seguente
interpellanza.

In data 22.08.2016 avevamo presentato un’interpellanza in merito al problema del littering,
proponendo l’adozione di un’ordinanza ad hoc.

Il Municipio aveva risposto indicando che la Lorp conteneva già l’art. 2 lett. d che poteva
essere applicato per combattere questo fenomeno e che si sarebbero fatti controlli, oltre a
non voler sommergere la popolazione con troppi regolamenti. Continua a leggere