Cardiowalk a Gordola: finalmente una realtà

Finalmente! È con questa esclamazione e molta soddisfazione che negli scorsi giorni ho assistito alla posa dei pannelli informativi presenti sul nuovo percorso Cardiowalk nel territorio di Gordola.

Questo progetto, promosso dalla Fondazione CardioCentro Ticino, prevede degli itinerari divisi in quattro tappe studiati appositamente per impegnare i frequentatori in un esercizio fisico continuo di almeno quaranta minuti con un’apposita segnaletica che indica come affrontare il percorso affinché la passeggiata risulti benefica e offra informazioni utili a “misurare” soggettivamente il proprio grado di affaticamento. Il percorso si snoda sulla lunghezza di 3.8 chilometri partendo dal centro di formazione SSIC, per poi attraversare parte delle campagne di Gordola e costeggiare la pittoresca riva del fiume Verzasca.

Dibattito elettorale Comunali 2020: le mie risposte

Sono trasparente: questi sono i miei interessi professionali/privati…

Non ho interessi particolari che possano influenzare la mia indipendenza nelle scelte politiche, tutte le mia attività sono descritte sul mio sito web personale.

Per la campagna elettorale spendo…

Circa CHF 600.00 tra cartoline, lettere e sito web.

Va salvato l’aeroporto di Agno?

Sì, a condizione che vi sia poi una visione chiara e una collaborazione tra pubblico e privato con partner dell’economia privata che possano fare importanti investimenti.

Aggregazioni: chi i prossimi? O serve fare marcia indietro?

Serve lavorare più in profondità sul territorio, anche se questo allunga i tempi, per trovare delle soluzioni condivise che portino all’aggregazione senza che essa sia percepita dalla popolazione come un’imposizione.

Elezioni Comunali 2020

Quale giovane, cresciuto a Gordola e praticamente da sempre interessato alla politica, penso sia importante potersi mettere in gioco concretamente e dare qualcosa alla comunità che mi ha visto diventare grande. In politica come nella vita ogni giorno si impara qualcosa di nuovo: per me la ricetta giusta è saper combinare la voglia di imparare con l’entusiasmo e la volontà di risolvere i problemi che la gente sente propri con un occhio di riguardo alle sfide globali.
Dal 2012 sono in Consiglio comunale, del quale ho fatto il presidente nel 2015. Inoltre nel 2019 sono stato candidato al Gran Consiglio, sempre nelle file del PLR. Pure nel 2019 ho avuto il piacere di fungere da coordinatore cantonale in Ticino della campagna per il NO al recepimento delle direttiva UE sulle armi.

Clima, ceto medio ed incentivi

Negli ultimi mesi il tema dominante, sia nell’attualità politica sia nei media, è stato il clima, o meglio i cambiamenti climatici. L’aumentata sensibilità ai temi ambientali ed energetici è però qualcosa che deve andare al di là delle campagne elettorali e delle manifestazioni nelle piazze: ben venga una certa esposizione mediatica che possa spronare la politica ad agire. Resto pur sempre convinto che un approccio liberale sia necessario anche per questa sfida: credo che, ad esempio, l’attuale revisione totale della legge sul CO2 contenga degli aspetti che vanno troppo in là. Sono contrario a delle tasse sui biglietti aerei e sull’aviazione privata che, con un beneficio ancora tutto da dimostrare, sono un intervento dello Stato contro la libertà individuale.

A Gordola il PLR ha obiettivi di crescita

Un’assemblea ben frequentata ha ratificato le liste del PLR Gordola per il Municipio e il Consiglio Comunale. A presiederla il già vicesindaco Fernando Mozzetti, che ha ribadito il momento particolarmente importante per il partito che è chiamato a lavorare per riconfermare le posizioni nell’Esecutivo, con la rielezione del Sindaco Damiano Vignuta e del Municipale Lorenzo Manfredi.

Gordola - Via Centro Sportivo

Interpellanza – Littering a Gordola

Egregio Signor Sindaco,
Egregi Signori Municipali,

avvalendoci delle facoltà concesse dalla LOC e dal ROC, presentiamo la seguente
interpellanza.

In data 22.08.2016 avevamo presentato un’interpellanza in merito al problema del littering,
proponendo l’adozione di un’ordinanza ad hoc.

Il Municipio aveva risposto indicando che la Lorp conteneva già l’art. 2 lett. d che poteva
essere applicato per combattere questo fenomeno e che si sarebbero fatti controlli, oltre a
non voler sommergere la popolazione con troppi regolamenti.

Incentivi energetici: una misura concreta per il clima

La marcata sensibilità ai temi ambientali ed energetici è un tema che deve andare al di là delle campagne elettorali. Per poter cambiare davvero qualcosa e contrastare il riscaldamento globale, vanno proposte misure concrete anche a livello comunale. Il Comune ha un ruolo importante per contribuire al cambio di mentalità: sia facendosi promotore di iniziative proprie, fungendo così da esempio, sia attivandosi per sensibilizzare i propri cittadini. L’efficienza energetica degli edifici è un aspetto molto importante per la riduzione delle emissioni. Recentemente il Municipio di Gordola ha deciso di fare propria la mozione, inserendola nella revisione del piano regolatore, presentata a marzo dal Gruppo PLR in Consiglio comunale che chiedeva di introdurre un bonus energetico nelle Norme di Attuazione del Piano Regolatore (NAPR).

Interrogazione – Percorso Cardiowalk a Gordola

Lodevole Municipio,
Egregio Signor Sindaco,
Egregi Signori Municipali,

con la presente, avvalendoci delle facoltà concesse dalla Legge (art. 66 LOC) e dal Regolamento comunale ci permettiamo di inoltrare una serie di domande circa lo stato del progetto Cardiowalk.

Durante la seduta di Consiglio Comunale dell’11 giugno 2018 veniva approvata dallo stesso gremio la mozione risalente ad ottobre 2016 che chiedeva la realizzazione di un percorso Cardiowalk a Gordola, presentata dal sottoscritto Consigliere comunale Cosimo Lupi, dopo che una prima interpellanza era stata già presentata ad ottobre 2014 (!).

Parole e politica del fare

In campagna elettorale si sentono vari argomenti, intenzioni più o meno concrete e tante promesse. Io credo nel valore del lavoro perché porta alla libertà, al benessere e alla crescita personale. Non ci possiamo però nascondere dietro ad un dito: il lavoro è un diritto ma va conquistato con l’impegno personale, tanto sacrificio e attualmente pure con la formazione continua. Guardare al futuro oggi come giovane non è facile, anche con una formazione di ottimo livello possono passare mesi prima di trovare un’opportunità.

Il 19 maggio 2019 un NO per preservare la nostra libertà

La motivazione ufficiale per la ripresa della direttiva UE sulle armi inizialmente usata da Consiglio federale e Parlamento è un accresciuto bisogno di sicurezza a causa di una serie di attentati terroristici islamici (tra l’altro tutti effettuati con armi illegali). Con questo inasprimento imposto dall’UE però non si risolve proprio nulla: i terroristi e i criminali non hanno bisogno di un’arma da fuoco registrata per compiere un attentato oppure un reato. Anzi, è demenziale pensare che chiunque intenda commettere un crimine usi un’arma legalmente registrata con la quale può essere immediatamente identificato e rintracciato!