Gordola - Via Centro Sportivo

Interpellanza – Littering a Gordola

Egregio Signor Sindaco,
Egregi Signori Municipali,

avvalendoci delle facoltà concesse dalla LOC e dal ROC, presentiamo la seguente
interpellanza.

In data 22.08.2016 avevamo presentato un’interpellanza in merito al problema del littering,
proponendo l’adozione di un’ordinanza ad hoc.

Il Municipio aveva risposto indicando che la Lorp conteneva già l’art. 2 lett. d che poteva
essere applicato per combattere questo fenomeno e che si sarebbero fatti controlli, oltre a
non voler sommergere la popolazione con troppi regolamenti.

Elezioni comunali 2016

Quale giovane nato e cresciuto a Gordola penso sia importante potersi mettere in gioco concretamente e dare qualcosa alla comunità che mi ha fatto crescere. Dal 2012 ho il privilegio di rappresentare la popolazione come Consigliere comunale e attualmente sono anche Presidente del Consiglio comunale.

Voglio continuare ad impegnarmi in particolare nell’ambito della sicurezza, intesa come elemento base per il benessere della popolazione ed il suo sviluppo. L’accento va posto anche sull’occupazione e la formazione favorendo, il più possibile, i giovani del posto per gli apprendistati e gli adulti per i posti di lavoro, questo sia per dare una giusta stabilità economica alla popolazione locale ma anche per arricchire socialmente l’operato delle aziende. Di pari passo, gli aiuti sociali devono essere erogati in modo equo ma rigoroso. Da ultimo, ma non meno importante, va promosso lo sviluppo del Comune non solo fine a se stesso ma anche in funzione regionale, cercando di sfruttare in modo equo per tutti le sinergie con altri Comuni ed affrontare con competenza sfide importanti quali la digitalizzazione della società. Per poter fare ciò necessito ancora della vostra fiducia, per cui mi auguro di poter contare sul vostro apprezzato sostegno!

COSIMO LUPI

PLR LISTA 3 – CANDIDATO N. 3 AL MUNICIPIO
CANDIDATO N. 15 AL CONSIGLIO COMUNALE

 

SKIT_Comunali_2016_sfondo_Lista

INTERPELLANZA: Gestione dell’assistenza sociale nel Comune di Gordola

Onorevole Sig. Sindaco,
Onorevoli Sig. Municipali,

con la presente, avvalendoci delle facoltà concesse dalla Legge (art. 66 cpv 2 e 3 LOC) e dal Regolamento comunale ci permettiamo di interpellare il Municipio in merito a quanto segue.

Il Gruppo PLR si è ripetutamente occupato durante questa legislatura degli aspetti legati all’aiuto sociale ed all’assistenza nel nostro Comune.

Da un lato ci preme l’aumento dell’efficacia delle misure atte all’aiuto sociale per la popolazione. Una proposta da noi già avanzata è quella di riorientare in modo più mirato l’attività dei funzionari che si occupano dell’AVS e delle assicurazioni sociali del Comune, promuovendo una sorta di “sportello sociale”, che possa rapidamente indirizzare il cittadino ai numerosi enti attivi sul territorio (tra cui ad esempio Pro Infirmis o Pro Senectute, che dispongono di numerosi e validi assistenti sociali), aiutandolo nell’espletamento delle pratiche amministrative. Sarebbe sufficiente un’opportuna istruzione ed un’adeguata formazione del personale già attivo, risultando così una soluzione parsimoniosa ed efficace. Invece di ricorrere all’assunzione di nuovi funzionari ad hoc, si tratterebbe semplicemente di sfruttare le risorse che la rete territoriale già offre, ma che spesso non sono conosciute.

Cosimo Lupi - Presidente del Consiglio comunale di Gordola

Discorso d’investitura quale Presidente del Consiglio comunale di Gordola

Signor Sindaco e Signori Municipali,
Colleghe e colleghi Consiglieri Comunali,

è per me un grande onore potermi rivolgere a voi in qualità di primo cittadino di Gordola.

Non nascondo che affronto questa serata con un poco di emozione e soprattutto gratitudine. Poter presiedere il Consiglio comunale del Comune nel quale abito dalla nascita, che mi ha formato e fatto crescere, mi sprona ancora di più a fare del mio meglio a favore della nostra comunità.

Fare politica a livello comunale significa essere un politico di milizia. Il bello della nostra democrazia è che lo sono tutti i parlamentari, dal livello comunale su su fino alle Camere federali. La milizia è un concetto che nel nostro Paese va di pari passo con la coesione, elementi che hanno permesso e tutt’ora permettono alla Svizzera di prosperare. Questi due pilastri della nostra società sono però oggigiorno messi in discussione e la sopravvivenza del nostro federalismo dipende in gran parte dalla capacità di Comuni rispettivamente Cantoni di garantire l’assunzione efficace delle proprie competenze.

Interpellanza: PROGETTO PILOTA DI APERTURA FLESSIBILE DEGLI SPORTELLI COMUNALI

Onorevole Sig. Sindaco,

Onorevoli Sig. Municipali,

con la presente, avvalendomi delle facoltà concesse dalla Legge (art. 66 cpv 2 e 3 LOC) e dal Regolamento comunale, mi permetto di interpellare il Municipio in merito a quanto segue.

L’accresciuta mobilità della popolazione dovuta alla maggiore complessità della realtà economica e lavorativa nonché le frequenti situazioni familiari in cui entrambi i genitori sono attivi professionalmente sono una realtà ben radicata nella nostra società. Questo comporta spesso delle difficoltà ai cittadini che necessitano di evadere delle pratiche amministrative allo sportello comunale di recarvisi negli orari tutt’ora previsti, ossia il mattino tra le 10:00 e le 11:45 ed il pomeriggio tra le 14:00 e le 16:00.
Il fatto che questo sia un tema di attualità è provato dal recente lancio da parte del Cantone Ticino del “Progetto pilota per l’estensione degli orari degli sportelli dell’Amministrazione cantonale”. A livello comunale, dopo un periodo di valutazione avviato nel settembre 2012, la Città di Bellinzona ha deciso a fine gennaio di mantenere l’orario prolungato di apertura, più precisamente il  mattino dalle 08:30 alle 11:30 ed al pomeriggio dalle 14:00 alle 16:45. Tale prassi è sostenibile anche da realtà più piccole e simili alla nostra, come ad esempio il Comune di Serravalle che prevede da tempo orari d’apertura flessibili  per i propri sportelli comunali.
Gli sforzi intrapresi dal Comune di Gordola negli scorsi anni per rendere l’Amministrazione comunale più vicina al cittadino sono tangibili e apprezzabili, basti pensare al sito internet comunale costantemente aggiornato e dotato di uno sportello virtuale oppure alla recente dotazione dell’e-fattura. In questa ottica ritengo valga la pena proseguire su questa linea vagliando la possibilità di adattare gli orari di apertura degli sportelli comunali almeno un giorno a settimana al mattino presto, sul mezzogiorno oppure in serata in modo tale da poter permettere ai cittadini che lavorano in altre parti del Cantone di poter usufruire dei servizi erogabili esclusivamente allo sportello senza particolari difficoltà organizzative, sempre in osservanza anche delle esigenze dell’Amministrazione comunale e del relativo personale.

Considerato quanto sopra, ritenendo indispensabile un’ampia riflessione su questo tema, pongo al Municipio le seguenti domande:

1. Il Municipio condivide la realtà sopra descritta e le riflessioni formulate?

2. In caso affermativo, il Municipio condivide l’idea di lanciare un progetto pilota con orari di apertura prolungati degli sportelli comunali almeno un giorno a settimana?

3. Quali altre eventuali alternative propone di mettere in atto per meglio rispondere al bisogno della cittadinanza che ha difficoltà nel rivolgersi allo sportello durante le fasce orarie attualmente in vigore?

Ringraziando per l’attenzione e la collaborazione porgo cordiali saluti.

 

Cosimo Lupi

GRUPPO PLR GORDOLA

Interpellanza: OPERATO DEI SORVEGLIANTI NELLE BOLLE DI MAGADINO

Onorevole Sig. Sindaco,
Onorevoli Sig. Municipali,

con la presente, avvalendoci delle facoltà concesse dalla Legge (art. 66 cpv 2 e 3 LOC) e dal Regolamento comunale, ci permettiamo di interpellare il Municipio in merito a quanto segue.

La Riserva naturale delle Bolle di Magadino rappresenta un vero e proprio tesoro dal punto di vista paesaggistico e faunistico per il nostro Comune e la regione nella quale viviamo. Questa riserva è anche una importante zona di svago per la nostra popolazione e merita quindi di essere rispettata e salvaguardata.

All’interno della Riserva operano delle figure professionali che, sia in maniera fissa sia in maniera temporanea si occupano del mantenimento dell’area. Secondo quanto abbiamo avuto modo di sapere queste figure di sorveglianti comminano sistematicamente delle sanzioni pecuniarie alle persone che, secondo il loro operato, non rispettano i regolamenti vigenti all’interno delle zone della Riserva.

Alla luce di quanto sopra, proprio all’inizio della stagione estiva, notoriamente la più intensa per quanto riguarda l’utenza delle Bolle, rivolgiamo al Municipio le seguenti domande:

  1. Il Municipio è al corrente che dei sorveglianti operano all’interno della Riserva e quindi anche in parte sul territorio comunale?
  2. In caso affermativo, il Municipio è a conoscenza del fatto che suddetti sorveglianti comminano delle sanzioni pecuniarie?
  3. Qualora questa prassi venga appurata, quali sono le basi legali che la giustificano? Gli eventuali proventi delle sanzioni a chi vengono versati?

Ringraziando per l’attenzione e la collaborazione porgiamo cordiali saluti.

 

Cosimo Lupi                       Gabriele Balestra                            Jonathan Piffero                             Cinzia Corda-Rossi